Avvitatori, struttura e materiali

Com’è fatto un avvitatore? Potrebbe sembrare un arnese semplice e dalla forma standard e forse lo era, ma oggi non è più così. La struttura di un avvitatore influisce sulla sua praticità, sulla maneggevolezza e sulla forma, sia che venga usato in casa che in cantiere, nel proprio garage piuttosto che in un laboratorio artigianale. A seconda di quanto sarà grande, leggero e flessibile si può trovare in commercio ogni tipo di avvitatore elettrico, come si può scoprire consultando il sito www.avvitatoremigliore.it. Nella scelta influiscono diversi fattori. Primo il peso che è un elemento fondamentale, perché sempre di manualità si parla e non è il massimo dover usare un arnese troppo pesante e di difficile maneggevolezza. Più l’avvitatore pesa e più grande è la sua potenza, nel senso che non ci si può aspettare da un modello peso piuma prestazioni da bulldozer.

Altro fattore di grande rilievo nella valutazione di un buon avvitatore elettrico è il tipo di impugnatura che indice sul modo di tenerlo saldo mentre è in azione. Se il manico è scivoloso l’avvitatore sguiscerà dalle mani come un’anguilla e, se è acceso, le conseguenze potrebbero essere rischiose anche per l’incolumità di chi lo sta usando in quel momento. E’ sempre consigliabile acquistare avvitatori con manici ergonomici e antiscivolo per essere sicuri della presa e di poterlo maneggiare o manovrare in tutta sicurezza. Anche la posizione dei comandi è importante affinché l’impiego dello strumento sia il più possibile rapido e intuitivo. I modelli più innovativi hanno anche una piccola luce incorporata in prossimità della punta che va a focalizzarsi sul punto dove si deve intervenire.

Per finire, uno sguardo ai materiali utilizzati per la produzione di avvitatori, che sono prevalentemente plastici per il corpo dell’avvitatore, in leghe metalliche le punte. A giocare un ruolo di primo piano è la qualità dei materiali di fattura sia dell’avvitatore che degli accessori e, soprattutto, la loro resistenza visto il lavoro a cui è chiamato lo strumento. Accertarsi sempre dell’affidabilità del modello che si sta per acquistare, in quando se dovesse essere mediocre potrebbe guastarsi in corso d’opera, provocando anche incidenti o danni a persone e cose.